Pawaz o il coraggio di agire con i burattini in Afghanistan

Pawaz o il Coraggio di agire con i burattini in Afghanistan

 

Ogni notizia che arriva è per principio una bella notizia, ma diciamolo pur a delle volte ci sono notizie più belle delle altre. Qualche giorno fa è arrivato una mail di una compagnia di burattinai dell’Afghanistan. Sapendo ciò che significa vivere attualmente in quel paese, che viva una compagnia oggi ha praticamente dell’incredibile! Del coraggioso, del folle! Quella sana follia che tutti dovrebbero avere nei momenti più duri. La compagnia Parwaz che risiede a Kabul è nata grazie alla volontà di artisti professionisti che si sono incontrati durante l’evento “Teatro Giovani Estate 2009” sostenuto dal prestigioso “Goethe Institute” (Centro Culturale Tedesco) che ha sede in quella capitale.

       
Gli obiettivi della compagnie sono semplici quanto coraggiosi, ovvero: ritorno alle tradizioni afgane del teatro dei burattini, così come lo sviluppo di un teatro delle marionette contemporaneo afghano. Offrire ai bambini afghani una cultura del teatro e permettere loro di accedere ad un teatro adatto a loro. La compagnia Parwaz non vuole limitarsi a produrre semplici spettacoli ma offrire il teatro di figura come strumento di educazione, informazione e promozione della coesione sociale.


La compagnia che è composta da nove artisti, è assistita dall’esperto tedesco Wieland Jagodzinski che è docente presso il Dipartimento del Teatro dei Burattini, della Accademia di Drammaturgia Ernst Busch di Berlino. Nella sua giovane carriera la compagnia Parwz ha già partecipato ad eventi prestigiosi come al festival NSD (Scuola Internazionale di Teatro) a Delhi, in India, nel gennaio 2012; al Festival Internazionale di Teatro dei Burattini Ishara, sempre a Delhi. Prossimamente parteciperà al Tow Festival Internazionale di Tehran in Iran.

 

Questa compagnia è cosciente delle proprie possibilità e dei suoi limiti, e ha bisogno di contatti, di formazione (chi può sostenerli lo faccia, anche facendo ottenere delle borse di studio per partecipare a delle formazioni professionali di alto livello!). Naturalmente i direttori di festival sono invitati a valutare la possibilità di invitarli; e a tutti noi che amiamo il teatro e chi agisce per lui e con lui, un semplice messaggio di sostegno è già qualche cosa d’importante. Senza pietismo, ricordiamoci il coraggio di questi colleghi e come sono chiamati ad agire! Per informazione è a vostra disposizione il loro sito: www.parwazpuppettheatre.com

Albert Bagno