Amarcord - Samba de Amigo

22/04/2013

Adoro questo gioco. Era il periodo che andai in fissa con giochi come Samba e Dance Dance Revolution di Konami, l'orologio torna indietro a una decina di anni fa, quando i Rhythm game stavano invadendo Giappone e America.
 

Io sono uno di quelli a cui basta buona musica e subito parte a muovere testa e corpo, per non parlare di quando capito in una serata karaoke, non che sia bravo, chiaro, ma quando mi diverto non mi vergogno ad essere un po' ridicolo.
E quando vidi queste splendide maracas, che racchiudono i punti di qui sopra (musica, movimento e divertimento), anche se l'accrocco costava un po' troppo, lo presi senza pensarci, e corsi a casa ad attaccarlo al fidato Dreamcast.
 

La modalità sfida è un percorso fondamentale per affinare l'abilità con le maracas, certo è un po' stancante, ma anche se vi sentirete un po' idioti, vi divertirete un mondo. Di sicuro è una sfida ardua, forse sarà anche il mio mancato senso del ritmo, ma gli ultimi livelli sono difficilissimi; bisognerebbe esser dei provetti Joaquim Cortes per superarli.
 

Ma la fatica è sempre ripagata; infatti il gioco regala tante musiche bonus, alcune molto alternative, come la bella "Take on me" in versione ska, un classico degli anni 80 degli A-ha.
A suo tempo era anche possibile scaricare da Dreamcast Arena, il pionieristico network di Sega, anche alcuni classici della casa, memorabili, cito giusto Burning Rangers e Afterburner, un vero sballo.

 

Chiudono un cerchio perfetto la serie di mini-game, sotto la voce party, altro sballo garantito.
Insomma, un gioco bellissimo, che fa di tutto, riuscendoci, per divertirvi.

Addirittura se avete una dolce metà, che magari cerca di trascinarvi fuori casa per andare nei soliti noiosi centri commerciali, vi fornisce il pretesto giusto per farla franca: con la modalità "Love" potreste incastrarla per testare il vostro grado di affinità.

E si sa, una maracas tira l'altra...
 

Anonimo
Leggi l'articolo originale su www.approdo.eu